Augēre Artes

MAR - Museo Archeologico Regionale

Un tuffo di oltre 5000 anni di storia

Il Museo ha sede sull’area dell’antica porta settentrionale della cinta romana di Augusta Prætoria, trasformata prima in casa forte nel medioevo e, in epoca moderna, nel Monastero della Visitazione.
Durante l'occupazione napoleonica il monastero divenne una caserma.
Sull'attuale facciata neoclassica troviamo lo stemma di casa Savoia e i ritratti dei principali personaggi della nobile famiglia Challant.
Il museo raccoglie testimonianze che variano dalla preistoria al medioevo.
I reperti dell’epoca romana raccolti dagli scavi condotti in città attestano i rituali funerari, i culti, l'edilizia pubblica e privata, descrivendo la storia sia monumentale sia umana della piccola Roma delle Alpi.
Chiude il percorso uno spazio dedicato all'avvento del Cristianesimo e al Medioevo.
Il sottosuolo archeologico è visitabile e parte integrante del Museo.
In questo museo potrai vivere un'esperienza interattiva, toccando con mano le copie degli oggetti antichi riposti nei cassetti delle vetrine, sempre accompagnato da moderni supporti multimediali.

Orari
Ottobre-Marzo: 10:00 - 13:00 / 14:00 - 17:00
Chiuso 25 dicembre e 1° gennaio
Aprile – Settembre: 9:00 - 19:00
Ultimo ingresso 30 minuti prima dell‘orario di chiusura

Accedi al MAR

Se non hai già installato MuseOn,
fallo prima di toccare questo pulsante


Portami al Museo  
Invia via e.mail il link per installare MuseOn e accedere ai contenuti

Teatro Romano

Uno spettacolo senza tempo

Questa monumentale parete in pietra, ornata da finestrature tripartite e paraste in ordine gigante, è stata isolata negli anni '30 del novecento dagli altri edifici che nei secoli sorsero a ridosso e all'interno dell'antica struttura. Fu il Canonico Jean-Antonie Gal a salvare i resti di questo poderoso edificio dell'Aosta romana, chiedendo l'intervento del Re nel 1833; anche ad Aosta, infatti, la qualità dei materiali utilizzati dai romani attirò l'appetito di molti costruttori che vedevano negli edifici antichi un'utile cava di buona materia prima.
È affascinante avvicinarsi a queste mura che testimoniano l'imponenza e l'eleganza dell'architettura pubblica romana.

Scopri il Teatro romano

Se non hai già installato MuseOn,
fallo prima di toccare questo pulsante


Portami al Teatro romano  
Invia via e.mail il link per installare MuseOn e accedere ai contenuti

Criptoportico Forense

Uno spazio sotterraneo tra luci e ombre

Questo suggestivo spazio sotterraneo segue il perimetro dell'antico Foro, principale piazza commerciale e religiosa di Augusta Prætoria.
Le sue solide strutture ad arco, sormontate da volte a botte tipiche dell'architettura romana sono di epoca augustea e ci sono pervenute in eccezionale stato di conservazione. Sfruttati come magazzini nel medioevo e chiamati infatti Marché des Romains, non ci è dato sapere con esattezza quale sia la loro funzione originaria; vi aspettiamo qui ad Aosta per indagare assieme i misteri di questo luogo magico e ricco di mistero!

Scopri il Criptoportico romano

Se non hai già installato MuseOn,
fallo prima di toccare questo pulsante


Portami al Criptoportico forense  
Invia via e.mail il link per installare MuseOn e accedere ai contenuti

Chiesa Paleocristiana di San Lorenzo

La basilica nascosta

Grazie ai grandi interventi di scavo della seconda metà del '900 e alla successiva musealizzazione è possibile vivere questa avventura nel sottosuolo dell'antica necropoli extra urbana compresa fra la Porta Prætoria e l'Arco di Augusto. Qui sorse la chiesa paleocristiana che ricalcava il modello milanese dei Santi Apostoli voluta da Sant'Ambrogio.
Il tempio, che riscopriremo in questa visita, risale al V secolo ed è un importante esempio d'architettura religiosa del primo secolo in cui la fede cristiana fu la religione ufficiale dell'Impero romano.

Scopri l'Area archeologica

Se non hai già installato MuseOn,
fallo prima di toccare questo pulsante


Portami a San Lorenzo  
Invia via e.mail il link per installare MuseOn e accedere ai contenuti

Villa della Consolata

Una dimora fuori città
Visita subordinata all'occasione delle Aperture straordinarie. Per informazioni è possibile scrivere a questa e-mail

Salendo verso la prima collina che un tempo godeva di un meraviglioso panorama sulla città di Augusta Prætoria e sul suo pomerio, troveremo una splendida Villa urbano-rustica, cuore di una grande tenuta agricola di antichissima origine. L'edificio si articolava ai lati di un grande atrio scoperto e dotato di una grande vasca di raccolta delle acque piovane ed era dotato di ampie stanze pubbliche, nonché di terme e di sale private. Sarà molto interessante soffermarci a scoprire la qualità e l'efficienza degli impianti funzionali di questa villa che portavano l'acqua e l'energia termica alle terme e alle cucine.

Scopri la Villa romana

Se non hai già installato MuseOn,
fallo prima di toccare questo pulsante


Portami alla Villa romana  
Invia via e.mail il link per installare MuseOn e accedere ai contenuti

Basilica fuori Porta Decumana

Una necropoli di Aosta romana
Visita subordinata all'occasione delle Aperture straordinarie. Per informazioni è possibile scrivere a questa e-mail

Uscendo dalla antica Aosta attraverso la Porta Decumana ci si dirige verso il Colle del Piccolo San Bernardo, un tempo chiamato Alpis Graia.
Qui sorgevano un piccolo tempio paleocristiano e una necropoli cristiana. Sarà molto interessante notare l'evoluzione della cultura funeraria, dalla comparsa nel Primo secolo delle incinerazioni alla scomparsa, dalla seconda metà del Secondo secolo, delle tombe famigliari e monumentali.

Scopri la necropoli fuori Porta Decumana

Se non hai già installato MuseOn,
fallo prima di toccare questo pulsante


Portami alla Basilica  
Invia via e.mail il link per installare MuseOn e accedere ai contenuti

Giardino dei ragazzi

Vita quotidiana di un quartiere urbano
Visita subordinata all'occasione delle Aperture straordinarie. Per informazioni è possibile scrivere a questa e-mail

Ci troveremo dentro un popoloso quartiere dell'antica Aosta. In questo angolo di città, situato lungo un cardo minore, da più di 2000 anni convivono strutture residenziali, ricettive e artigianali, tutte protette dall'ombra di un ampio portico.
Come per noi oggi, anche per i romani era normale pranzare fuoricasa, magari in un thermopolium, emporio di cibi pronti e caldi, oppure in una locanda, la caupona. Una vita quotidiana così evoluta e vicina alla nostra che sarà facile riconoscere ogni arredo o ogni dotazione tecnologica e sorprendersi della qualità di vita di questi nostri remoti antenati.

Scopri il Giardino dei ragazzi

Se non hai già installato MuseOn,
fallo prima di toccare questo pulsante


Portami al Giardino  


Invia via e.mail il link per installare MuseOn e accedere ai contenuti

Installa

Avviala in pochi istanti sul tuo telefono